Colpisce per i suoi colori, sorprende il palato per la sua bontà. Il piatto proposto e preparato dalla cuoca Sara Antonini, che lavora presso l’azienda agrituristica Acquaranda (via dello Sboccatore 8, Trevignano Romano), conquisterà tutti gli amanti degli gnocchi per la sua originalità.

Ricetta per 4 persone
500 g patate viola
80 g farina o più all’occorrenza
1 uovo
300 g di asparagi coltivati
6 fette di guanciale
100 g di Caciofiore della Campagna Romana
sale q.b.
1 spicchio di aglio
olio e peperoncino q.b.

Preparazione

Lessare le patate non sbucciate in acqua fredda salata. Togliere la pelle dopo la cottura. Quando risulteranno morbide infilzandole con una forchetta, le patate saranno cotte. Scolarle e sbucciarle e, ancora calde, schiacciarle con lo schiaccia patate. Preparare la farina, mettere al centro le patate schiacciate, l’uovo, un pizzico di sale e iniziare ad impastare. Quando l’impasto sarà omogeneo e con una consistenza abbastanza compatta, sistemarlo su una spianatoia e lasciarlo riposare 10 minuti. Quindi iniziare a lavorare l’impasto formando tanti piccoli salsicciotti che poi andranno tagliati per formare gli gnocchi. Sistemarli su un vassoio infarinato ed iniziare la preparazione degli asparagi.

Se a disposizione, sbollentare nell’asparagera gli asparagi per circa 10 minuti. Nel frattempo, tagliare a listarelle il guanciale e saltarlo in una padella precedentemente riscaldata per circa 2 minuti sino a che non avrà una colorazione dorata e sarà croccante. In una seconda padella mettere un filo d’olio d’oliva, uno spicchio d’aglio e un pizzico di peperoncino. Tagliare gli asparagi precedentemente sbollentati e farli cuocere circa 10 minuti aggiustando di sale se occorre.

Nel frattempo, preparare una pentola con acqua e sale per cuocere gli gnocchi, appena l’acqua inizia a bollire buttare gli gnocchi che saranno pronti quando verranno a galla. Scolarli e saltarli con gli asparagi per qualche minuto. Aggiungere un po’ di Caciofiore della Campagna Romana e, se serve, un po’ di acqua di cottura. Spegnere la fiamma, impiattare e mettere il guanciale croccante con un’altra manciata di Caciofiore grattugiato.