di Olga Capobianchi

Solo tre ingredienti, più un pizzico di buccia grattugiata di limone, e la forma di un fiore, simbolo della dinastia francese dei Borbone. Sono così i Giglietti, biscotti prodotti nei Comuni di Castel San Pietro Romano e Palestrina, in provincia di Roma. Realizzati con farina, zucchero e uova che si trasformano in gigli, sono biscotti semplici e dalla cottura breve. Secchi e fragranti, leggermente dorati, i Giglietti si conservano per circa due settimane e vantano origini nobili perché legati alla storia dei signori Barberini di Palestrina che li scoprirono a Parigi alla corte di Luigi XIV: “Grazie poi alla ricetta tramandata da una suora clarissa di Palestrina in punto di morte a una famiglia, i Giglietti non sono scomparsi e sono diventati Presidio Slow Food nel 2014 – spiega l’archeo-chef Gabriella Cinelli, 59 anni, di Tivoli, promotrice e referente del Presidio ¬- attualmente sono solo due i forni che a Palestrina e a Castel San Pietro Romano realizzano questi biscotti. Fare i Giglietti è un’arte, vengono creati con leggerezza e velocità a mano, non esiste uno stampo. Il Presidio ci aiuta a tutelare i biscotti dalle imitazioni, ora però andrebbe realizzata una scuola vera e propria perché i corsi che a volte si tengono negli Istituti alberghieri e i Laboratori del Gusto nelle manifestazioni non sono sufficienti a conservare per sempre la nostra tradizione”.

A raccontarci il presidio Slow Food dei Giglietti di Palestrina oggi è la produttrice Laura Fiasco. Leggi qui l’intervista.

Le nostre 4 (+1) ricette a base di Giglietti di Palestrina.

GiGLIETTI SLOW FOOD – ricetta tradizionale


GIGLIETTI UMAMI CON PECORINO E ZAFFERANO – ricetta innovativa


TORTA CHARLOTTE AL CACAO E GIGLIETTO – ricetta light


CHEESECAKE AL GIGLIETTO E NOCCIOLATA BIO – ricetta Bio


TIRAMISU’ AL GIGLIETTO – 15 minuti

Carta d’identità dei Giglietti di Palestrina

Nome: Giglietti di Palestrina

Denominazione: presidio Slow Food

Data di nascita: 2014

Luogo di nascita: Lazio, nei Comuni di Palestrina e Castel San Pietro, provincia di Roma

Ingredienti: farina, zucchero, uova e un pizzico di scorza di limone

Segni particolari: leggermente dorati, biscotti secchi e fragranti a forma di giglio. Si conservano per un paio di settimane

Produzione: sono disponibili tutto l’anno e sono prodotti in due forni di Palestrina e Castel San Pietro

Valore energetico: 401 kcal per 100 gr. di prodotto