Per preparare il classico fritto misto alla romana si utilizzano il cervello e le animelle dell'Abbacchio Roma Igp. Ma non solo. Insieme alla carne, vengono fritti anche carciofi, zucchine, patate e mozzarella.

Ricetta per 4 persone
2 Carciofo Romanesco del Lazio IGP
2 zucchine romanesche
2 patate
100 g di cervello di Abbacchio Romano IGP
100 g di animelle di Abbacchio Romano IGP
100 g di mozzarella
½ limone (il succo)
4 cucchiai di farina
4 uova
1 cucchiaio di aceto di vino
500 ml di olio extra vergine di oliva Sabina DOP
Sale e pepe q.b.

Preparazione

Pulire il cervello e le animelle da filamenti e residui di sangue e bollire in acqua e aceto per circa 10 minuti. Ricavare il cuore dei carciofi, affettarli e metterli a bagno in acqua acidulata con qualche goccia di limone. Pelare, lavare e tagliare a fette spesse le patate e le zucchine. Affettare e asciugare la mozzarella. In una terrina sbattere le uova con un pizzico di sale e uno di pepe. Passare gli ingredienti prima nella farina e poi nell’uovo sbattuto. Friggere nell’olio ben caldo, girando di tanto in tanto per farli dorare uniformemente. Non appena cotti, scolare su carta paglia e servire molto caldi.

Ricetta offerta dal sito del consorzio di tutela dell’Abbacchio Romano Igp.