di Olga Capobianchi

E’ ottima sia bollita che arrostita o glassata. Può essere gustata da sola oppure per accompagnare carni e formaggi. E che dire dei dessert? La Castagna di Vallerano, diventata Dop nel 2009, con la sua polpa bianca, croccante e dolce, resiste alla cottura e ci regala confetture per farcire torte e crostate e la farina per preparare il castagnaccio. E’ il prodotto di eccellenza di Vallerano, comune della provincia di Viterbo che si trova sul versante sud-est del Monte Cimino, caratterizzato da castagneti nati su terreni di origine vulcanica fertili e ricchi di potassio, le cui testimonianze storiche risalgono al 1426. Il legame tra Vallerano e la sua tipica castagna è testimoniato anche dalla presenza nella zona di grotte tufacee con vasche per la cura a freddo di questi preziosi frutti che hanno rischiato di scomparire: “Speriamo in un risveglio della produzione a partire da quest’anno – sottolinea Adelio Gregori, 39 anni, sindaco di Vallerano – dopo un periodo di sette-otto anni di notevole difficoltà a causa degli attacchi alle piante di un insetto, il cinipide. La pro loco di Vallerano e l’associazione Amici della Castagna stanno già preparando il programma della Festa che si terrà ad ottobre. Mi sento anche di dire — conclude il sindaco Gregori – che il marchio Dop della Castagna di Vallerano va tutelato perché ha fatto conoscere questo nostro prodotto a livello nazionale e internazionale”.

A raccontarci la Castagna di Vallerano Dop è oggi il produttore Angelo Bini. Leggi qui l’intervista.

Le nostre 4 (+1) ricette a base di Castagna di Vallerano Dop.

MONTBLANC – ricetta tradizionale

PANETTONE ALLA CASTAGNA – ricetta innovativa

CANNOLO DI PASTA FILO CON CREMA DI CASTAGNE ALL’ALLORO SU CREMA DI FUNGHI PORCINI – ricetta light

ZUPPA DI CECI E CASTAGNE DI VALLERANO DOP – ricetta Bio

PANE DI CASTAGNE – ricetta 15 minuti

 

Carta d’identità della Castagna di Vallerano Dop

Nome: Castagna di Vallerano

Denominazione: Dop

Data di nascita: 2009

Luogo di nascita: Vallerano

Ingredienti: frutti provenienti dall’ecotipo locale di «Castanea Sativa Miller»

Segni particolari: polpa bianca, croccante, gradevole sapore dolce e resistente alla cottura. Pezzatura grossa (50-70 acheni/kg di prodotto fresco); – pezzatura media (71-95 acheni/kg di prodotto fresco); – pezzatura piccola (96-120 acheni/kg di prodotto fresco).

Produzione: territorio del comune di Vallerano in provincia di Viterbo. Sono idonee le fustaie di castagno da frutto site nella zona fitoclimatica alle falde dei Monti Cimini in terreni in lieve pendio ed a una quota tra i 400 ed i 750 metri s.l.m.

Valore energetico: per 100 gr di parte edibile 165 kcal; acqua 51-60%; proteine 2.5-3.2%; lipidi 1.40-1.60%; carboidrati totali 38.0-44.0%; potassio mg 400-440%.