Lo chef Antonio Di Malta ci propone una pizza nutriente e sana, da preparare con pochi ingredienti bio di ottima qualità. Il sapore è arricchito dalla presenza dei capperi.

Ricetta per 6 persone
600 g. di farina di grano tenero tipo “0” o “00” bio

8 g. di lievito di birra fresco (1/4 di cubetto)

300 ml di acqua minerale gasata

due patate bio di media grandezza

pepe

olio extravergine di oliva bio

30 gr di capperi di Pantelleria Igp al sale marino

rosmarino

Preparazione

Mettete la farina a fontana sulla spianatoia praticandovi un buco al centro. Versatevi l’acqua e scioglietevi con le dita il lievito. Quindi iniziate ad impastare la farina con l’acqua e il lievito disciolto fino ad ottenere una pasta morbida e soffice. Qualora dovesse essere appiccicosa, aggiungete farina o acqua. La stessa operazione si può fare anche con l’accessorio adatto di un robot da cucina.

Tagliate in due la pasta e ottenetene due pani di forma sferica. Riponete i due pani in due ciotole capienti, coprite le ciotole con un canovaccio da cucina bagnato e strizzato senza che tocchi i pani di pasta e fate lievitare per circa 3 ore.

Dopo la lievitazione, stendete la pasta sulla spianatoia infarinata e allargatela con un mattarello. Prendete due teglie da 30×40 cm, oliatele e stendetevi la pasta fino a farla combaciare con i bordi.

Sbucciate e tagliate a rondelle sottili le patate, oliatele e spruzzatele di pepe. Disponetele sulla pasta e aggiungete i capperi dissalati e il rosmarino.

Infornate in forno preriscaldato a 180° per 25-30 minuti.

Ricetta e foto tratte dal libro: “IN CUCINA CON I CAPPERI” di Rosario Cappadona (edito dall’autore stesso nel 2015)