Una ricetta leggera ottima come antipasto o secondo piatto è la proposta dello chef Mauro Grosso.

Ricetta per 4 persone
4 Tinche Gobbe Dorate del Pianalto di Poirino Dop da 80-100 g l'una già eviscerate
4 gamberi di fiume
400 g di peperoni rossi di Carmagnola
1 noce di burro di malga
Olio extravergine d'oliva
120 g di formaggio Grana grattugiato
2 uova di medie dimensioni
1 carota
1 gambo di sedano
50 g di cipolla di Andezeno
1 bicchiere di vino bianco Arneis
Sale e pepe q.b.
4 stampini da creme caramel

Preparazione

Tritate finemente la carota, il gambo di sedano e la cipolla. In una casseruola bassa fate appassire il tutto in poco olio extravergine d’oliva e sfumate col vino bianco. Aggiungete le tinche e i gamberi di fiume e salate. Coprite con un coperchio e fate cuocere in umido a fuoco molto lento. Quando la carne delle tinche apparirà ben bianca e si staccherà facilmente dalle lische, togliete queste ultime, lasciando ancora i gamberi che hanno un tempo di cottura maggiore. I gamberi saranno cotti quando il guscio si colorerà di rosso. Prendete le tinche e separate la carne dalle lische con molta attenzione.

Passate al forno i peperoni, pelateli, togliete i semi e le parti bianche, quindi frullateli col fondo di cottura dei gamberi e delle tinche. Incorporate la polpa di tinca, le uova, il grana e aggiustate di sale e pepe.
Ungete gli stampi col burro, riempiteli col preparato e cuocete a 180 ° per 15-20 minuti a bagnomaria, facendo attenzione che gli sformati non si gonfino troppo; nel caso aprite il forno per qualche istante. Servite tiepidi guarnendo con i gamberi di fiume ben caldi.

Lo chef Mauro Grosso lavora presso l’Agriturismo Daij Gèpolín al Castello di Corveglia (Borgo Corveglia 86 – Villanova d’Asti (AT) 0141 94 84 07 – 347 41 31 226 www.castellodicorveglia.it)