Un nome romantico per un prezioso primo piatto di ravioli che conquisterà i palati più raffinati per il sapore e l’aspetto. La ricetta è dello chef Lino Guarascio.

Ricetta per 4 persone
150 gr di farina di grano duro

Due uova

100 gr di ricotta

Un pizzico  di sale

Un pizzico di noce moscata

Mezzo cucchiaino di miele millefiori

Un cucchiaio di parmigiano grattugiato

Un cucchiaio di pecorino stagionato grattugiato di Castel del Monte

Tartufo a scaglie q.b.

Per la salsa

Una bustina di zafferano dell’Aquila Dop

Una decina di pistilli di zafferano dell’Aquila Dop

Una noce di burro

Un cucchiaio di olio extravergine d’oliva

Preparazione

Ricavare dei dischetti dalla sfoglia fresca fatta con le due uova, la farina e un pizzico di sale. Fare il ripieno dei ravioli unendo alla ricotta i formaggi grattugiati, il miele e la noce moscata. Riempire con un cucchiaio ogni dischetto del ripieno e chiuderlo aiutandosi con una forchetta. Cuocere i ravioli ottenuti in acqua salata per circa tre minuti.

Per preparare la salsa, in un padellino antiaderente mettere una noce di burro, un cucchiaio di olio, un mestolo di acqua calda di cottura dei ravioli e tutto lo zafferano. Scaldare per un minuto e aggiungere i ravioli scolati. Condire con un po’ di tartufo a scaglie.

Lo chef Lino Guarascio è titolare del ristorante “Osteria Il Borgo dei Fumari” (via XXV Aprile, 14 – Prata D’Ansidonia – Aq).