25 Giugno 2019

Seguici su:

Bologna, tre giorni per festeggiare il ragù

EMILIA ROMAGNA

Bologna, tre giorni per festeggiare il ragù

Dal 21 al 23 settembre a Bologna torna il Festival del ragù, la manifestazione per scoprire segreti e tradizioni della carne al pomodoro. Una ricetta antica che prevede la lenta cottura e una pasta che ne esalti il sapore. È la seconda edizione del festival organizzato insieme a ‘Le Salsamentarie’, un altro evento per conoscere la tradizione gastronomica locale. La cultura del cibo e la realtà alimentare bolognese saranno temi posti in primo piano. Durante i tre giorni di festival (che si tiene a Palazzo Re Enzo) non sarà solo il gusto a guidare gli ospiti, ma sarà soprattutto la consapevolezza che prende forma attraverso conferenze, mostre e incontri che racconteranno le antiche tradizioni dei salsamentari e dell’originale ragù bolognese famoso in tutto il mondo.

All’interno del ristorante e dei percorsi dedicati allo street food curati dall’associazione The Real Bolognese Sauce, Amerigo e Mutua Salsamentari sarà possibile degustare e acquistare i prodotti tradizionali della cucina bolognese e nelle varianti proposte dagli espositori accuratamente selezionati. Il ragù, preparato secondo la ricetta originale, sarà il protagonista indiscusso della kermesse e sarà possibile acquistarlo durante il Festival, anche con un “caldo” take away.

Alle tante prelibatezze culinarie già sul piatto, si aggiungeranno: venerdì 21, una notte bianca “alla bolognese” dedicata alla scoperta delle tradizioni del centro storico e dei suoi prodotti, che culminerà con eventi di primo piano a Palazzo Re Enzo. Sabato 22, la festa si allarga fino a Piazza del Nettuno con il Gran Ballo Ottocentesco, grazie alla partecipazione di danzatori della Società di Danza, per riscoprire il fascino delle feste di società sulle musiche dei più grandi compositori come Verdi e Strauss.

 

Foto By Ansa.it