18 giugno 2018

Seguici su:

La cultura e le tradizioni del pane a Grani Futuri

PUGLIA

La cultura e le tradizioni del pane a Grani Futuri

Grani Futuri, evento nazionale del pane, torna dopo il successo dello scorso anno a San Marco in Lamis (Foggia) da sabato 16 a lunedì 18 giugno. Fornai e chef da diverse regioni d’Italia a raccolta per celebrare tradizioni e cultura legate al pane, alimento simbolo della cucina italiana e sinonimo da sempre di condivisione e comunità, con l’obiettivo di creare rete, sinergie, confronto e crescita. Tra i protagonisti chef stellati come Viviana Varese (Alice Ristorante, Eataly Milano) che dal primo momento ha creduto in questa idea del fornaio economista Antonio Cera ed ha contribuito alla lievitazione di questo progetto. Nel cuore del Parco Nazionale del Gargano, a San Marco in Lamis ci saranno Antonio Lebano (Terrazza Gallia Hotel Excelsior, Milano), Corrado Assenza (Caffè Sicilia, Noto), Luca Lacalamita (già Enoteca Pinchiorri, Firenze). Dall’estero la chef Zahie Tellez, ambasciatrice della nuova cucina messicana.

L’Italia è terra di pane e di grano. La Puglia, principale produttore italiano di semola di grano duro, è da sempre considerata il granaio d’Italia. Il mondo del grano negli ultimi tempi è cambiato radicalmente: il pane si è visto sempre come un qualcosa del popolo, qualcosa che deve prima di tutto costare poco. La scomparsa dei forni comuni in cui ogni famiglia portava il proprio pane a cuocere e il progresso tecnologico e industriale hanno portato a un processo involutivo a catena in cui ogni attore della filiera, dal contadino al produttore, ha dovuto abbassare il proprio prezzo per poter rimanere in un mercato che inevitabilmente cambiava giorno dopo giorno. Ciò ha portato a una diminuzione del valore che ha avuto come conseguenza un crescente allontanamento del produttore di grano, del mugnaio, del fornaio dal concetto stesso di qualità. Grani Futuri sogna un contadino che produce qualità e la vende al giusto prezzo, un mugnaio disposto a pagare la farina per il suo valore, un fornaio talmente bravo da farne un pane buono e sano. Un pane che costerà di più, ma che saremo disposti a pagare. Questo processo valoriale genererà ricchezza e crescita per tutti. Grani futuri è anche altra e alta cultura e coltura. Nel corso della tre giorni dedicata al grano e al pane spazio a dibattiti e talk nel “Salotto Letterario” condotto da Pino Aprile per valorizzare l’identità culturale e colturale del Sud e porre il focus sull’arte dell’impasto con ospiti, fra gli altri, Stephanie Swane (Parabere Forum) una delle massime esperte della materia.