16 agosto 2018 - 14:03 . SICILIA . ATTUALITÀ

DiVino Festival, Oldani e Petrini premiati a Castelbuono

Nell’ambito del DiVino Festival di Castelbuono (Palermo) sono state consegnate le menzioni speciali allo chef Davide Oldani e al fondatore di Slow Food Carlo Petrini. Entrambi hanno ricevuto la Menzione titolata a ‘Don Mario Fiasconaro’, il ‘mitico’ fondatore dell’azienda dolciaria castelbuonese oggi famosa nel mondo e mecenate anche di questa edizione 2018 del DiVino Festival. “Davide Oldani, chef stellato ideatore della ‘Cucina Po – alta qualità e accessibilità’, e Carlo Petrini, mente, anima e cuore dell’associazione internazionale Slow Food, sono due punti di riferimento assoluto per il food Made in Italy. È un onore consegnare loro i due riconoscimenti titolati a mio padre”, ha affermato il maestro pasticcere Nicola Fiasconaro.

Davide Oldani e Carlo Petrini non sono stati a ricevere un premio. Uno dopo l’altro, infatti, sono saliti sul palco a ritirare il Premio Internazionale Gusto Divino 2018: Charlie Arturaola, sommelier e wine educator – Livia Chiriotti, direttore editoriale di Pasticceria Internazionale – Francesco Condoluci, capo redattore della testata Economy – Paolo Di Stefano, inviato della redazione cultura del Corriere della Sera – Marco Romano, vicedirettore responsabile del Giornale di Sicilia – Fabiana Scarica, giovane chef vincitrice di Top Chef 2017 – Giovanni Sinesi, sommelier – Sergio Staino, scrittore, disegnatore, fumettista.

Anche quest’anno il Maestro Pippo Madè, grande pittore palermitano di fama internazionale, ha voluto dimostrare il suo affetto nei confronti del DiVino Festival mettendo generosamente a disposizione la sua arte, unitamente all’Associazione Culturale ‘Festina lente’ presieduta dal figlio Rosario Lo Cicero Madè, per omaggiare i premiati: a Davide Oldani e a Carlo Petrini, sono state consegnate due sue opere uniche mentre una sua pregevole litografia è andata a tutti gli altri premiati della serata. Tutti i premiati hanno inoltre ricevuto una riproduzione in legno – creata appositamente dal giovane architetto palermitano Francesca Mazzolla – dell’antica fontana che spicca nel centro di Piazza Margherita. La fontana racchiude in sé un forte valore simbolico in quanto, da sempre, rappresenta l’icona di Castelbuono. E non a caso, la sua rappresentazione grafica identifica il logo dell’azienda Fiasconaro.

 

Foto By Slow Food