19 Settembre 2018 - 20:01 . ITALIA . ATTUALITÀ

Ogni anno sprecate 1,6 miliardi di tonnellate di cibo

Il tema dello spreco di cibo è sempre molto attuale. Secondo i dati forniti dalla The Boston Consulting Group nel report ‘Tackling the 1,6 Billion Ton Food Loss and Waste Crisis’, la situazione è preoccuante: ogni anno vengono sprecati 1,6 miliardi di tonnellate di cibo, per un valore di 1.200 miliardi di dollari. Insomma un terzo della produzione globale di cibo finisce nella spazzatura. E senza interventi decisi, tra 12 anni si butteranno 2,1 miliardi di tonnellate di cibo, per un valore di 1.500 miiardi di dollari. Il report della Bcg specifica che gli sprechi avvengono durante tutte le fasi della filiera, ma principalmente in quella iniziale (la produzione) e in quella finale (il consumo): i Paesi emergenti sprecano soprattutto nella prima fase, a causa di carenze nelle tecniche produttive e di raccolto, oltre a ritardi nelle infrastrutture per il trasporto; i Paesi avanzati, al contrario, sprecano nella fase finale.

L’analisi di Bcg si focalizzaa anche sulle cause che hanno portato a questa situazione: infrastrutture inadatte, alla mancante sensibilità tra aziende e consumatori, mentalità aziendale che privilegia altri parametri di performance del processo produttivo (i costi e l’efficienza, ma non lo spreco alimentare), la poca collaborazione tra gli interessati e le regolamentazioni insufficienti. Pertanto appare abbastanza lontano l’obiettivo di dimezzare lo spreco entro il 2030 fissato dall’Onu.