29 Settembre 2018 - 14:05 . SICILIA . VINO

Tasca d’Almerita emette minibond da 3 milioni

Un bond da tre milioni di euro per sostenere la crescita sul piano internazionale e il progetto Tascante sull’Etna. Lo ha emesso Tasca d’Almerita, una delle più importanti cantine siciliane. I minibond sono tra le opzioni maggiormente scelte per l’accesso ai capitali da parte delle realtà più prestigiose del vino italiano. Il minibond è quotato sul mercato ExtraMOT PRO di Borsa Italiana, il segmento di Piazza Affari riservato ai soli investitori professionali, e arriva dopo che si è chiusa con successo l’emissione del prestito obbligazionario senior secured della durata di 7 anni, con un tasso fisso del 3,90% e rimborso amortizing a partire dal terzo anno.

“Queste risorse che arriveranno con il minibond serviranno per supportare l’espansione internazionale e valorizzare ulteriormente il nostro progetto sull’Etna, una delle nuove tenute di riferimento della azienda, con i vini a denominazione Doc Etna, considerata oggi una delle aree di maggiore interesse per il mercato internazionale – spiega Alberto Tasca, ceo dell’azienda -. Il progetto “Tascante” (Tasca ed Etna appunto) è la sintesi esatta della nostra idea di vigneto sul vulcano più alto d’Europa: 30 ettari complessivi di cui 17 vitati, quasi 200 muretti a secco, oltre 100 terrazzamenti, 5,5 ettari di castagni, 355 piante di ulivo. Questa nuova sfida è una delle tante che l’azienda ha previsto nel suo piano di sviluppo con l’obiettivo di una forte crescita all’estero”.

 

Foto By Tasca d’Almerita