I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Puglia Prodotti

Agrumi del Gargano

Ortofrutticoli e cereali, Frutta e derivati

Presidio Slow Food

Descrizione

Carta d’Identità
Gli agrumi del Gargano Presidio Slow Food sono una deliziosa eccezione: non vi sono infatti altri agrumi sul versante orientale d’Italia, la costa Adriatica.
L’unicità di questi frutti è il risultato di un’agricoltura storica, creata dall’armonia tra uomo, clima e territorio oltre che dalla vocazione culturale locale.
Rodi è il paese dei limoni, Vico e Ischitella delle arance, e lo sono tutti i mesi dell’anno. Gli agrumi del Garbano sono:
il melangolo, un’arancia di pezzatura medio-piccola, ha un colore rosso intenso e lucente, buccia sottilissima, polpa croccante e succo modesto ma tendente al dolce (agrodolce); il Biondo del Gargano, un agrume che matura tra aprile e maggio, conservandosi dolce e succoso sull’albero fino a settembre; la Duretta del Gargano che matura a Natale, è praticamente priva di semi e ha una polpa dura e croccante; il Femminello del Gargano, la varietà di limone più antica d’Italia.
Con gli agrumi del Gargano i produttori del Presidio preparano ottime marmellate, canditi e limoncelli.

La Storia
Gli agrumeti del Gargano sono autoctoni, da sempre presenti nel territorio.
Nel 1870 si estendevano 804 ettari coltivati a frutteto che producevano circa 150 mila quintali l’anno di agrumi. I “giardini”, così sono chiamati i terreni coltivati a frutta sul Gargano, costituiscono ancora oggi un paesaggio agrario unico: sono realizzati quasi sempre nei pressi di case padronali e sono protetti dai venti e dalla salsedine con muriccioli a secco o barriere di canne, di leccio e alloro.
Il Presidio Slow Food ha promosso la nascita del Consorzio per la valorizzazione e la tutela degli agrumi del Gargano ed ora gli agrumi sono venduti in tutta Italia in un'interessante gamma di trasformati.

L’Area
Il Gargano, noto anche come "Sperone d'Italia", è una subregione dell'Italia che coincide con l'omonimo promontorio montuoso. Gli agrumeti del Gargano si estendono su un’area di circa 800-1000 ettari circoscritti nei territori di Vico del Gargano, Ischitella e Rodi.

La Stagionalità
Il limone Femminello viene raccolto tutto l’anno, le arance Bionde vengono raccolte da settembre ad aprile e l’arancia Duretta viene raccolta da Dicembre fino alla fine di Aprile.

Preparazione e Abbinamenti
Gli agrumi del Gargano Slow Food sono impiegati in un vastissimo assortimento di proposte gastronomiche, locali e nazionali. Dai liquori alla pasticceria, dal pesce alla carne, il loro sapore dolce e acidulo si sposa perfettamente con molti piatti classici e originali.
Naturalmente il loro utilizzo classico è tagliarli a spicchi o consumarli sotto forma di spremuta.

Dove viene prodotto
Potrebbe interessarti

Fava di Ustica - PSF

Un alimento semplice e genuino, coltivato nel rispetto della tradizione e dell’ambiente. Consumata sia cruda che cotta, sprigiona un sapore di Primavera, pieno e fresco.

Pasta di Gragnano - IGP

La pasta più apprezzata dagli chef italiani e stranieri, la Pasta di Gragnano IGP, ha formati diversi, tutti tipici, frutto della fantasia dei pastai gragnanesi.

Cipolla Rossa di Acquaviva - PSF

La Cipolla Rossa di Acquaviva si distingue dalle altre tipologie per il suo sapore particolarmente dolce, per la sua tipica forma appiattita e per la sua colorazione.