I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Lazio Prodotti

Caciofiore della Campagna Romana

Latticini e formaggi, Latticini e formaggi

Presidio Slow Food

Descrizione

Carta d’Identità
Il Caciofiore della Campagna Romana è un formaggio molto particolare, composto, come suggerisce il nome stesso, dal "cacio", cioè il latte ovino coagulato, e dal "fiore", in quanto per la produzione di questo formaggio si usa un caglio vegetale, ottenuto dal fiore di carciofo o di cardo selvatico (Cynara cardunculus o Cynara scolimus) raccolti nel periodo estivo. Vista la sua antica ricetta e il tradizionale metodo di lavorazione, il Caciofiore della Campagna Romana viene descritto come un antenato del Pecorino Romano.

La Storia
Il Caciofiore della Campagna Romana  fu probabilmente uno dei primi formaggi prodotti fin dall'epoca romana, infatti l’uso del cardo selvatico al tempo dei romani era una pratica di caseificazione assai diffusa.  Ancora oggi viene prodotto in varie regioni italiane, principalmente nel Lazio, sua terra di origine, ma anche in Puglia, nelle Marche e in Abruzzo.

L'Area
L’area di produzione del Caciofiore è principalmente l’area agricola intorno alla città di Roma, nel Lazio.

La Stagionalità
Esistono diversi periodi di produzione del Caciofiore della Campagna Romana: quello da ottobre a giugno e quello estivo, fatto con il latte del bestiame transumante.

Preparazione e abbinamenti
Il Caciofiore è perfetto come formaggio da tavola o a conclusione di pasto, va abbinato a dei rossi corposi o anche a dei passiti. La forma del Caciofiore della Campagna Romana è quella di una mattonella, ha una crosta rugosa color paglia e racchiude una pasta morbida e cremosa. Il gusto è intenso e deciso, all’olfatto il Caciofiore è decisamente erbaceo e naturale.

Dove viene prodotto
Potrebbe interessarti

Fava di Ustica - PSF

Un alimento semplice e genuino, coltivato nel rispetto della tradizione e dell’ambiente. Consumata sia cruda che cotta, sprigiona un sapore di Primavera, pieno e fresco.

Pasta di Gragnano - IGP

La pasta più apprezzata dagli chef italiani e stranieri, la Pasta di Gragnano IGP, ha formati diversi, tutti tipici, frutto della fantasia dei pastai gragnanesi.

Cipolla Rossa di Acquaviva - PSF

La Cipolla Rossa di Acquaviva si distingue dalle altre tipologie per il suo sapore particolarmente dolce, per la sua tipica forma appiattita e per la sua colorazione.