I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Campania Prodotti

Cacioricotta del Cilento

Latticini e formaggi, Latticini e formaggi

Presidio Slow Food

Descrizione

Carta d’Identità
Il Cacioricotta del Cilento Presidio Slow è un formaggio che si presenta a pasta bianca semidura o dura. Può essere mangiato subito (due o tre giorni) o stagionato fino a tre mesi. E’ un formaggio prodotto con il latte di capra cilentana, razza autoctona campana, che si ottiene con una tecnica che si pone a metà strada tra la produzione della ricotta e quella del formaggio. Il profumo intenso del cacioricotta riporta con la mente ai verdi e grandi spazi della macchia mediterranea.

La Storia
La sua storia è molto antica, dal momento che il Cilento è sempre stata terra dedicata all’allevamento di capre. Le condizioni climatiche favorevoli insieme alla particolare varietà di piante e arbusti, hanno creato le condizioni favorevoli per lo sviluppo, nel tempo, di una razza autoctona di capre, la capra Cilentana, che si distingue in tre sottogruppi in base al colore del manto: nero nella maggior parte dei casi, ma anche grigio o fulvo.

L’Area
Il Cacioricotta viene prodotto in provincia di Salerno, territorio del Cilento.

La Stagionalità
Il Cacioricotta si produce tutto l’anno perché le capre consentono una buona produzione di latte per tutto l’anno.

Preparazione e Abbinamenti
L’abbinamento e l’uso del formaggio dipende dalla sua stagionatura. Il cacioricotta fresco è usato per condire primi piatti, entra prepotentemente come ingrediente di insalate o antipasti e come formaggio da tavola, anche in abbinamento col miele. La varietà stagionata, grattugiata o a scaglie, si presta bene all'abbinamento a piatti tipici come i fusilli cilentani conditi con il ragù di castrato. Predilige vini rossi frizzanti o mediamente strutturati come l’ottimo vino campano Rosso Sannio DOP.

Dove viene prodotto
Potrebbe interessarti

Fava di Ustica - PSF

Un alimento semplice e genuino, coltivato nel rispetto della tradizione e dell’ambiente. Consumata sia cruda che cotta, sprigiona un sapore di Primavera, pieno e fresco.

Pasta di Gragnano - IGP

La pasta più apprezzata dagli chef italiani e stranieri, la Pasta di Gragnano IGP, ha formati diversi, tutti tipici, frutto della fantasia dei pastai gragnanesi.

Cipolla Rossa di Acquaviva - PSF

La Cipolla Rossa di Acquaviva si distingue dalle altre tipologie per il suo sapore particolarmente dolce, per la sua tipica forma appiattita e per la sua colorazione.