I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Sicilia Prodotti

Carciofo Spinoso di Menfi

Ortofrutticoli e cereali, Ortaggi e conserve vegetali

Presidio Slow Food

Descrizione

Carta d'Identità
Il Carciofo Spinoso di Menfi è un carciofo di dimensioni medie rispetto alle altre varietà autunnali. Le brattee, ovvero la parte edibile del carciofo, hanno una colorazione di base verde e un sopraccolore violetto, nella parte superiore sono presenti grandi spine dorate. Lo spinoso ha molte altre ottime qualità: è aromatico, croccante, delicato. È Molto ricercato per cottura alla brace e per la produzione di sottoli, caponate e paté. Il suo alto contenuto di lignina lo rende infatti più resistente sia alla conservazione in olio (non si sfalda facilmente) sia al calore intenso della brace. 

La Storia
Lo “Spinoso di Menfi” è un ecotipo di carciofo che vanta un'antica storia di coltivazione e in bibliografia se ne trova traccia a partire dalla prima decade del diciannovesimo secolo. Si crede sia sempre stato presente nel territorio di Menfi e dintorni.

L’Area
Menfi è una delle capitali dell’agricoltura siciliana. Il suo territorio fertilissimo è coltivato a vigneto, oliveto, ortaggi: oltre 600 ettari sono coltivati a carciofo. 

La Stagionalità
La raccolta avviene manualmente a partire dalla fine di novembre fino alla fine di aprile ma i carciofi trasformati si possono trovare tutto l'anno.

Preparazione e Abbinamenti
Ricco di proprietà nutritive, a tavola si presta a svariate preparazioni: alla brace o stufato, fritto o crudo, trasformato in conserve o paté. È uno dei veri protagonisti della cucina del territorio.

Dove viene prodotto
Potrebbe interessarti

Fava di Ustica - PSF

Un alimento semplice e genuino, coltivato nel rispetto della tradizione e dell’ambiente. Consumata sia cruda che cotta, sprigiona un sapore di Primavera, pieno e fresco.

Pasta di Gragnano - IGP

La pasta più apprezzata dagli chef italiani e stranieri, la Pasta di Gragnano IGP, ha formati diversi, tutti tipici, frutto della fantasia dei pastai gragnanesi.

Cipolla Rossa di Acquaviva - PSF

La Cipolla Rossa di Acquaviva si distingue dalle altre tipologie per il suo sapore particolarmente dolce, per la sua tipica forma appiattita e per la sua colorazione.