I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Liguria Prodotti

Castagna essiccata nei tecci di Calizzano e Murialdo

Ortofrutticoli e cereali, Frutta e derivati

Presidio Slow Food

Descrizione

Carta d’Identità
La Castagna essiccata nei tecci di Calizzano e Murialdo Presidio Slow Food sono particolarmente dolci, hanno un sapore che ricorda la frutta candita. L’essiccatura delle castagne avviene ancora nei “tecci”, piccole costruzioni in pietra e legno nascoste tra i castagneti secolari. Dopo la raccolta le castagne, prevalentemente della varietà Gabbina, si pongono sui graticci a 2 o 3 metri da terra, sopra un fuoco basso e costante alimentato dalla potatura dei castagni o dalla pula.

La Storia
La castanicoltura in questi territori ha davvero radici nell’alto medioevo. Testimonianze della coltura del castagno in Val Bormida sono presenti negli Ordinati Municipali e negli Statuti seicenteschi. Questa cultura del castagneto si diffuse fino alla prima metà del 1800. Nella seconda metà del ‘900 buona parte dei castagneti sono stati tagliati ed i restanti non sono più curati. Oggi si è creato un ritorno alla tradizionale attività, i castagneti stanno riprendendo vigore e la produzione di castagne ha ridato vita alla Valle grazie anche al Presidio Slow Food che si propone di valorizzare questa antica tecnica di raccolta e conservazione.

L'Area
La Castagna essiccata nei tecci di Calizzano e Murialdo Presidio Slow Food viene prodotta nell’Alta val Bormida in provincia di Savona.

La Stagionalità
Le castagne si raccolgono nel periodo compreso tra il 15 settembre ed il 15 novembre.

Preparazione e Abbinamenti
Con la loro dolcezza le castagne essiccate di Calizzano e Murialdo sono una vera delizia e, non a caso, un tempo erano le protagoniste delle Feste natalizie. Queste castagne, infatti, con i frutti più grandi e più belli, venivano impiegate per preparare le cosiddette “viette”. Molto buone anche con gli involtini di verza con prosciutto e Maiorchino, il miele delle Dolomiti Bellunesi Dop e salumi e nella tacchinella ripiena di marroni.

Dove viene prodotto
Potrebbe interessarti

Fava di Ustica - PSF

Un alimento semplice e genuino, coltivato nel rispetto della tradizione e dell’ambiente. Consumata sia cruda che cotta, sprigiona un sapore di Primavera, pieno e fresco.

Pasta di Gragnano - IGP

La pasta più apprezzata dagli chef italiani e stranieri, la Pasta di Gragnano IGP, ha formati diversi, tutti tipici, frutto della fantasia dei pastai gragnanesi.

Cipolla Rossa di Acquaviva - PSF

La Cipolla Rossa di Acquaviva si distingue dalle altre tipologie per il suo sapore particolarmente dolce, per la sua tipica forma appiattita e per la sua colorazione.