I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Piemonte Prodotti

Coniglio Grigio di Carmagnola

Carne e derivati, Razze animali e allevamento

Presidio Slow Food

Descrizione

Carta d’Identità
Il Coniglio Grigio di Carmagnola è un Presidio Slow Food. Buono e raro, il Coniglio Grigio è l’unica razza piemontese ancora in circolazione anche se sempre meno diffusa. Molto bello a vedersi di taglia media, con un corpo allungato e lombi muscolosi, il coniglio piemontese si presenta con carni fini, tenere, sapide, particolarmente bianche e per niente stoppose.

La Storia
La storia del Coniglio Grigio è tutta piemontese. A inizio XX secolo e fino al 1960 era una delle carni più diffuse e vendute in Piemonte poi il lento e lungo declino fino al lavoro di recupero genetico realizzato in questi anni dal Dipartimento di Scienze Zootecniche dell’Università di Torino e dall'Istituto Professionale per l’Agricoltura e l’Ambiente di Verzuolo. Oggi il consorzio di allevatori, grazie anche alla spinta del Presidio, ha ricominciato l’allevamento con successo.

L’Area
La zona di allevamento del Coniglio Grigio è il comune di Carmagnola e aree limitrofe in provincia di Torino.

La Stagionalità
Il Coniglio Grigio di Carmagnola viene allevato tutto l’anno e la macellazione deve avvenire quando raggiunge un peso tra i 3,5 e i 5,5 chilogrammi per i maschi e i 3,5 e i 4 chilogrammi per le femmine.

Preparazione e Abbinamenti
In passato le osterie piemontesi servivano il coniglio ai peperoni fatto con le carni del Grigio di Carmagnola, così come il coniglio all’Arneis nel Roero, piatto antico ed erede diretto della lepre al civet. Varianti più moderne lo propongono in agrodolce, al cioccolato, in salsa d’uovo. Molto buoni sono gli gnocchi di patate rosse con ragù bianco di coniglio grigio di carmagnola accompagnati dal locale Barbera.

Dove viene prodotto
Potrebbe interessarti

Fava di Ustica - PSF

Un alimento semplice e genuino, coltivato nel rispetto della tradizione e dell’ambiente. Consumata sia cruda che cotta, sprigiona un sapore di Primavera, pieno e fresco.

Pasta di Gragnano - IGP

La pasta più apprezzata dagli chef italiani e stranieri, la Pasta di Gragnano IGP, ha formati diversi, tutti tipici, frutto della fantasia dei pastai gragnanesi.

Cipolla Rossa di Acquaviva - PSF

La Cipolla Rossa di Acquaviva si distingue dalle altre tipologie per il suo sapore particolarmente dolce, per la sua tipica forma appiattita e per la sua colorazione.