I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Campania Prodotti

Maracuoccio di Lentiscosa

Ortofrutticoli e cereali, Legumi

Presidio Slow Food

Descrizione

Carta d’Identità
Il Maracuoccio di Lentiscosa è un legume simile al pisello, considerato un antenato delle cicerchie. Le piante che spuntano sono simile a quelle dei ceci, sono molto basse e producono un piccolo baccello. All'interno del baccello ci sono diversi semi di forma irregolare e di colori diversi, dal verde al rossastro. Una volta essiccati, i semi vengono macinati e trasformati in farina che viene consumata sotto forma di polenta.

La Storia
Le origini del Maracuoccio sono molto antiche, come dimostra l'etimologia del nome: un baccello amaro. È stato coltivato per secoli come alimento per il bestiame o come alimento per la parte più povera del popolo. Da qualche anno, invece, si incentiva la produzione secondo tradizione del Maracuoccio attraverso il recupero delle sementi antiche.

L’Area
L’area di coltivazione è quella di Lentiscosa, una frazione del comune di Camerota, in provincia di Salerno, situata nel Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano.

La Stagionalità
La semina del Maracuoccio avviene ad ottobre e la raccolta a giugno. La farina è reperibile tutto l'anno.

Preparazione e abbinamenti
Una delle preparazioni tradizionali che ha come ingrediente fondamentale il Maracuoccio è una polenta dal gusto particolare: la Maracucciata. La ricetta è molto semplice: basta versare lentamente il Maracuoccio in acqua e sale fino ad ottenere un composto omogeneo ed infine aggiungere crostini di pane rosolati con olio e cipolla. Un'altra ricetta tipica è quella dei Cicci Maritati, una zuppa di legumi che viene preparata nel Cilento in alcune giornate simboliche.

Dove viene prodotto
Potrebbe interessarti

Fava di Ustica - PSF

Un alimento semplice e genuino, coltivato nel rispetto della tradizione e dell’ambiente. Consumata sia cruda che cotta, sprigiona un sapore di Primavera, pieno e fresco.

Pasta di Gragnano - IGP

La pasta più apprezzata dagli chef italiani e stranieri, la Pasta di Gragnano IGP, ha formati diversi, tutti tipici, frutto della fantasia dei pastai gragnanesi.

Cipolla Rossa di Acquaviva - PSF

La Cipolla Rossa di Acquaviva si distingue dalle altre tipologie per il suo sapore particolarmente dolce, per la sua tipica forma appiattita e per la sua colorazione.