I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Lombardia Prodotti

Melone di Calvenzano

Ortofrutticoli e cereali, Frutta e derivati

Presidio Slow Food

Descrizione

Carta d’Identità
Il Melone di Calvenzano è un melone dalla buccia a rete molto fitta e omogenea. Ha una forma ovale e può arrivare a pesare 6 kg. La polpa è consistente, zuccherina, molto profumata e di un bel colore arancione.
La Storia
Il Melone di Calvenzano ha sempre avuto un ruolo molto importante nell’economia della zona in cui è coltivato, dato che è proprio grazie alla sua produzione e alla sua vendita che i contadini riuscivano ad ottenere il denaro necessario per l’acquisto dei terreni. Il Melone di Calvenzano ha avuto il suo massimo splendore tra il 1920 e il 1930, periodo in cui veniva consumato nei più rinomati ristoranti parigini durante la Belle Époque. A partire dal 1930, veniva consegnato anche alla residenza estiva dei reali d’Inghilterra. Nel dopoguerra la coltivazione di questo melone è stata abbandonata per essere stata recuperata, in tempi recenti, da alcuni coltivatori desiderosi di portare avanti la tradizione di questo frutto.
L’Area
La zona di produzione del Melone di Calvenzano comprende il Comune di Calvenzano ed altri comuni limitrofi appartenenti alla provincia di Bergamo, in Lombardia.
La Stagionalità
Il Melone di Calvenzano è disponibile fresco durante il mese di luglio.
Preparazione e Abbinamenti
Consumato generalmente da solo, il Melone di Calvenzano viene anche impiegato per ricavare una confettura da abbinare a dolci e formaggi piccanti. Di spicco è anche la produzione del liquore, di nicchia e da veri intenditori, ricavato da questo melone.

Dove viene prodotto
Potrebbe interessarti

Fava di Ustica - PSF

Un alimento semplice e genuino, coltivato nel rispetto della tradizione e dell’ambiente. Consumata sia cruda che cotta, sprigiona un sapore di Primavera, pieno e fresco.

Pasta di Gragnano - IGP

La pasta più apprezzata dagli chef italiani e stranieri, la Pasta di Gragnano IGP, ha formati diversi, tutti tipici, frutto della fantasia dei pastai gragnanesi.

Cipolla Rossa di Acquaviva - PSF

La Cipolla Rossa di Acquaviva si distingue dalle altre tipologie per il suo sapore particolarmente dolce, per la sua tipica forma appiattita e per la sua colorazione.