I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Toscana Prodotti

Miele della Lunigiana

Altri prodotti, Altri prodotti di origine animale

DOP

Descrizione

Carta d’Identità
La denominazione di origine protetta "Miele della Lunigiana" è riservata a due tipologie: miele di acacia e miele di castagno. Il miele di Acacia ha un sapore delicato e leggero e ricorda la vaniglia ed il confetto. L’odore è poco persistente e fruttato. Il colore è chiaro che tendente al giallo paglierino. Quello di Castagno si presenta di colore ambra scuro, ha un odore penetrante e il sapore è persistente con componente amara. Il miele della Lunigiana DOP è il primo miele italiano ad aver ottenuto dall’unione Europea il marchio DOP.

La Storia
Le prime notizie certe sull’apicoltura in Lunigiana le possiamo ricavare dai libri dell’Estimo generale dell’anno 1508 della Comunità di Pontremoli, che riportano per quell’anno il censimento di 331 alveari. Alveari che erano fonte di reddito e che quindi venivano tassati. L’importanza e la tendenza di questo territorio alla produzione di miele venne confermata anche nei secoli successivi.

L'Area
Il Miele della Lunigiana DOP viene prodotto in 14 comuni della Lunigiana nella provincia di Massa Carrara.

La Stagionalità
Il miele di castagno viene raccolto dalla seconda metà di giugno alla prima metà di luglio, mentre il miele di acacia viene raccolto nella seconda metà del mese di maggio.

Preparazione e Abbinamenti
Il Miele della Lunigiana DOP può essere consumato allo stato naturale, da solo sulla punta di un cucchiaino da caffè o spalmato su una fetta di pane toscano, oppure impiegato come ingrediente nella preparazione di dolci come quelli tipici della tradizione toscana: il panforte, i cantucci e la spongata. Non male anche come accompagnamento di formaggi stagionati.

Dove viene prodotto
Potrebbe interessarti

Fava di Ustica - PSF

Un alimento semplice e genuino, coltivato nel rispetto della tradizione e dell’ambiente. Consumata sia cruda che cotta, sprigiona un sapore di Primavera, pieno e fresco.

Pasta di Gragnano - IGP

La pasta più apprezzata dagli chef italiani e stranieri, la Pasta di Gragnano IGP, ha formati diversi, tutti tipici, frutto della fantasia dei pastai gragnanesi.

Cipolla Rossa di Acquaviva - PSF

La Cipolla Rossa di Acquaviva si distingue dalle altre tipologie per il suo sapore particolarmente dolce, per la sua tipica forma appiattita e per la sua colorazione.