I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Veneto Prodotti

Montello e Colli Asolani

Vini, Vini

DOC|DOP

Descrizione

Carta d’Identità
Tre tipologie per il vino Montello-Colli Asolani DOC: rosso, bianco e spumante. Il Rosso si presenta col suo colore rosso rubino tendente al granato con l'invecchiamento. Odore intenso e gradevole, tendente all'etereo se invecchiato e sapore sapido e robusto. Il Bianco è di colore giallo paglierino con riflessi verdognoli, odore lievemente fruttato e sapore armonico, fresco fine con la maturazione. Infine lo spumante con il suo odore fruttato, delicato e sapore sapido, caratteristico, da extra brut a dry.

La Storia
Il vino Montello-Colli Asolani DOC deve molto del suo successo ai monaci benedettini che nell’anno 1000 con il loro operato hanno influenzato in modo molto determinante la storia vitivinicola del territorio, segnando la profonda cultura per la vite e il vino che persiste tutt’ora, tanto che la specializzazione degli impianti è più volte sottolineata nei testi storici. Oggi questo vino, che a partire dal 1977 è stato oggetto di tutela con il riconoscimento della DOC “Montello e Colli Asolani”, ha trovato un largo consenso in molti Paesi europei ed extraeuropei.

L’Area
La zona di produzione del Montello-Colli Asolani DOC comprende il territorio di numerosi comuni in provincia di Treviso.

La Stagionalità
Il vino Montello-Colli Asolani DOC che riporta la menzione Superiore dovrà essere invecchiato almeno 24 mesi, di cui almeno 12 mesi in botti di rovere e almeno 6 mesi in bottiglie; l’affinamento decorre dal primo novembre dell’anno di produzione delle uve.

Preparazione e Abbinamenti
Antipasti con frutti di mare, insalata con gamberi, carni bianche e rosse alla griglia, stufati di vitello e di pollo sono solo alcune portate alle quali possiamo accostare il Montello-Colli Asolani. L’abbinamento migliore per il rosso è la carne, in particolare arrosti di cacciagione e selvaggina, i formaggi di media stagionatura e piccanti, ma anche i piatti tipicamente veneti come la classica ‘Pasta e fasoi’, la ‘Luganega con i funghi’, o la ‘Sopa coada’, una zuppa cotta al forno con piccioni e formaggio.

Dove viene prodotto
Potrebbe interessarti

Fava di Ustica - PSF

Un alimento semplice e genuino, coltivato nel rispetto della tradizione e dell’ambiente. Consumata sia cruda che cotta, sprigiona un sapore di Primavera, pieno e fresco.

Pasta di Gragnano - IGP

La pasta più apprezzata dagli chef italiani e stranieri, la Pasta di Gragnano IGP, ha formati diversi, tutti tipici, frutto della fantasia dei pastai gragnanesi.

Cipolla Rossa di Acquaviva - PSF

La Cipolla Rossa di Acquaviva si distingue dalle altre tipologie per il suo sapore particolarmente dolce, per la sua tipica forma appiattita e per la sua colorazione.