I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Emilia - Romagna Prodotti

Mortadella Bologna

Carne e derivati, Prodotti a base di carne

IGP

Descrizione

Carta d’Identità
La Mortadella di Bologna IGP è un insaccato cotto a pasta fine di forma rotonda o ovale, preparato con carne di suino. La superficie al taglio deve apparire vellutata, dal colore rosa vivo, mentre le quadrettature di grasso hanno un colore bianco perlaceo mentre il gusto deve essere delicato, senza tracce di affumicatura.

La Storia
La Mortadella di Bologna IGP nasce con ogni probabilità nel I secolo e le sue origini sono da ricercarsi nei territori dell’antica Felsina etrusca e della Bonomia dei Galli Boi, territori ricchi di querceti e di ghiande, apprezzate dai maiali, che della mortadella rappresentano la materia prima. La denominazione potrebbe derivare dai termini latini murtatum, ovvero carne tritata nel mortaio, o myrtatum, cioè insaccato di carne condita con bacche di mirto. La mortadella è il salume più famoso della tradizione gastronomica bolognese, da molti chiamata, appunto, Bologna e risale addirittura al 1661 un bando del cardinale di Bologna Farnese che ne disciplinava la produzione.

L'Area
La zona di produzione della Mortadella Bologna IGP comprende le regioni Emilia-Romagna, Piemonte, Lombardia, Veneto, Toscana, Marche, Lazio e la provincia di Trento.

La Stagionalità
La Mortadella di Bologna IGP viene prodotta tutto l’anno.

Preparazione e Abbinamenti
Il panino o la pizza calda con la mortadella di Bologna sono ormai diventati il simbolo del fast food all’italiana, genuino ed economico. Ma la mortadella è ottima anche se tagliata a fettine sottili o a cubetti. Buonissima come condimento per le paste e per le torte salate oppure come ingrediente per le insalate. L’abbinamento tradizionale, quasi “automatico” è quello con i lambruschi, dal Sorbara al Castelvetro, passando per il Salamino di Santa Croce. Ma ben si abbinano anche altre tipologie di vini quali, ad esempio, il Grignolino d’Asti o il Bonarda Oltrepò Pavese frizzante. Negli anni Ottanta si diffuse l’uso di abbinare la mortadella con uno degli Champagne più blasonati come il Krug Grande Cuvée.

Dove viene prodotto
Potrebbe interessarti

Fava di Ustica - PSF

Un alimento semplice e genuino, coltivato nel rispetto della tradizione e dell’ambiente. Consumata sia cruda che cotta, sprigiona un sapore di Primavera, pieno e fresco.

Pasta di Gragnano - IGP

La pasta più apprezzata dagli chef italiani e stranieri, la Pasta di Gragnano IGP, ha formati diversi, tutti tipici, frutto della fantasia dei pastai gragnanesi.

Cipolla Rossa di Acquaviva - PSF

La Cipolla Rossa di Acquaviva si distingue dalle altre tipologie per il suo sapore particolarmente dolce, per la sua tipica forma appiattita e per la sua colorazione.